INFERMIERISTICA. DOTTORINI (IDV): L'UNIVERSITÀ CHIUDE I CORSI DI VILLA MONTESCA, È L'UNICO CASO IN TUTTA LA REGIONE - Dottorini.com

Teniamoci in contatto:

C'è un'altra Umbria: libera, concreta, di parola

INFERMIERISTICA. DOTTORINI (IDV): L'UNIVERSITÀ CHIUDE I CORSI DI VILLA MONTESCA, È L'UNICO CASO IN TUTTA LA REGIONE

| 0 Commenti|
"I 298 posti saranno ripartiti tra Foligno, Perugia e Terni, escludendo Città di Castello. Penalizzata ancora una volta la città, senza alcun beneficio economico"

INFERMIERISTICA. DOTTORINI (IDV): L'UNIVERSITÀ CHIUDE I CORSI DI VILLA MONTESCA, È L'UNICO CASO IN TUTTA LA REGIONE

"Dalla pubblicazione ufficiale dei bandi per la formazione delle professioni sanitrarie non mediche risulta ufficialmente che il primo anno di corso per infermieri di Villa Montesca non sarà attivato. Si tratta di un atto grave che penalizza ancora una volta il nostro territorio: un altro pezzo di città e di potenzialità economiche che vengono smantellate, senza che il Comune abbia fatto nulla per impedirlo. L'aggravante sta nel fatto che questo trattamento è stato riservato solo a Città di Castello, mentre le città di Assisi, Foligno e Narni hanno salvato i propri corsi". Con queste parole Oliviero Dottorini, capogruppo dell'Italia dei Valori in Consiglio regionale e già presentatore di un'interogazione in proposito che non ha mai ottenuto risposta, commenta l'uscita dei bandi per la formazione delle professioni sanitarie non mediche che vede esclusa la sede di Villa Montesca.
"Evidentemente l'Università, dovendo tagliare da qualche parte, è intervenuta dove ha trovato il morbido. E in questo - continua Dottorini - l'amministrazione Bacchetta si è dimostrata morbidissima. Pertanto nel Piano dell'offerta formativa universitaria dell'Umbria non viene tagliato nulla, se non i corsi universitari di Città di Castello. In questo quadro anche il corso di Tecnici per la prevenzione ambientale, che aveva come unica sede formativa quella di Città di Castello, viene sospeso senza che si abbia alcuna garanzia che, qualora dovesse ripartire, lo faccia dalla stessa sede. Eppure si tratta di due corsi di alta qualità che vantano indici di occupazione pertinente post-laurea tra i più alti in Italia, nonostante il comune di Città di Castello non abbia mai fatto nulla per agevolare gli studenti nella mobilità e nei servizi. Ci risulta tra l'altro che dei quattro corsi di laurea decentrati attivi in Umbria, quello di Città di Castello era il meno oneroso dal momento che non aveva sede amministrativa e per il fatto che la metà dei docenti è stata fornita dall'Asl di Città di Castello che ha messo a disposizione anche due dipendenti. Chiudere la sede di Città di Castello quindi non ha come risultato alcun risparmio netto - continua l'esponente dell'Italia dei Valori - in quanto il corso si autofinanziava in parte con le tasse che pagano gli studenti e in parte con un contributo regionale. Il fatto che ora gli studenti si sposteranno su Perugia non produrrà quindi alcuna economia, dal momento che dovranno necessariamente aumentare anche i docenti. Pertanto la scelta di chiudere Villa Montesca sembra dettata più da motivi di immagine che dalla reale volontà di ridurre i costi".
"I 298 posti - conclude Dottorini - saranno ripartiti tra Foligno, Perugia e Terni rappresentano solamente un altro pezzo di città che si perde grazie all'accondiscendenza di un'amministrazione comunale piegata alle direttive che giungono da Perugia".

Perugia, 11 luglio 2011





Lascia un commento

Umbria Migliore News

Suggeriti da Google

Mailing list

Iscriviti alla mailling list di Oliviero Dottorini

* Obbligatorio

Difenditi su facebook

Notizie recenti

VEICOLI STORICI. DOTTORINI: "PD, PSI E GIUNTA REINTRODUCONO IL BOLLO PIENO. DURO COLPO PER APPASSIONATI, IN CRISI INTERO COMPARTO"
"L'Umbria declassa i suoi cittadini alla serie B e li obbliga a pagare un nuovo balzello. Altre regioni si sono…
BORGO COLOTI. DOTTORINI: "REGIONE GARANTISCA FRUIBILITA' E VALORIZZI ESPERIENZE E INVESTIMENTI IN CAMPO, SI STA PERDENDO DEL TEMPO PREZIOSO"
"L'Osservatorio astronomico è uno strumento unico da utilizzare per fini didattico- scientifici, senza escludere le potenzialità ricettive del Borgo" "L'Osservatorio…
BOLLO AUTO STORICHE. APPROVATO EMENDAMENTO DOTTORINI AL COLLEGATO: "TUTELATI I CITTADINI UMBRI. ADESSO AULA CONFERMI DECISIONE"
"La nuova norma rispetta gli equilibri di bilancio, individua criteri di storicità precisi e risponde alle istanze di cittadini e…

4357 - Grazie