Teniamoci in contatto:

C'è un'altra Umbria: libera, concreta, di parola

Giugno 2005 Archives

DOTTORINI PRESIDENTE DELLA PRIMA COMMISSIONE

| 0 Commenti|
REGIONE/COMMISSIONI: DOTTORINI: IMPORTANTE RICONOSCIMENTO, I VERDI NON SI OCCUPANO SOLO DI AMBIENTE.
"Per noi fondamentali trasparenza e partecipazione: lavorerò per un bilancio più partecipato, più solidale, più sostenibile"

VERDI. FIORELLI: GRANDE SODDISFAZIONE PER L'ELEZIONE DI DOTTORINI A PRESIDENTE.
"La presidenza a Dottorini  impegnerà in prima linea tutti i Verdi e civici dell'Umbria".


Ci scrivono gli amici di Gubbio...

| 0 Commenti|
Caro Oliviero,
ti prego di rigirare questa e.mail al Comitato Civico di cui sono onorato, mi riepto, di far parte. State facendo un lavoro BELLISSIMO!!!!!!!!!!!!!!! Preciso, puntuale, pulito, serio...Aggiornare gli esterni, non chiudervi, propositivi...
Forza ragazzi, forza e ve lo dice uno a cui viene tanta voglia di lasciare..forse ho bisogno di qualcuno che prenda il testimone....
Oliviero mi capisce...
Davvero Bravi
Se continuate così...prima di conoscervi ho scritto 300 lettere di appoggio..adesso me ne metterei a scrivere 1000 o forse 2000...
Ciao

Gianluca De Gennaro - Distaccamento Comitato Civico " O.Dottorini" a Gubbio

INTERVENTO IN CONSIGLIO 14 e 15 GIUGNO

| 0 Commenti|

DOTTORINI (VERDI E CIVICI): MOBILITA' SU ROTAIA COME PRIORITA'

"Dalla mozione di centro-sinistra e dall'intervento della Lorenzetti scompare la viabilità su gomma come priorità. Al centro lo sviluppo di ferrovie e autostrade informatiche. Ma non dobbiamo abbassare la guardia"

 Primo intervento (Martedì 14 giugno)
Mozione centro-sinistra (Mercoledì 15 giugno)
Intervento Lorenzetti su infrastrutture (Mercoledì 15 giugno)
 Dichiarazione di voto su mozione centro-sinistra (Mercoledì 15 giugno)
Ecco il documento presentato alla Presidente Lorenzetti.
UMBRIA CAPACE DI FUTURO

Scarica il documento "Umbria capace di futuro"

REGIONE. VERDI PRESENTANO DOCUMENTO PROGRAMMATICO ALLA LORENZETTI
Dottorini: "Siamo il partito delle proposte concrete, ci confrontiamo con i temi dell'ambiente, dello sviluppo e dell'occupazione"
 
"Saremo il partito delle proposte concrete, capace di confrontarsi non solo con i temi dell'ambiente, ma con le grandi sfide dello sviluppo, dell'occupazione e della partecipazione dei cittadini". Con queste parole il capogruppo dei Verdi in Regione Oliviero Dottorini, assieme al rappresentante delle liste civiche umbre Piero Fabbri e al membro dell'esecutivo provinciale dei Verdi Luigi Rambotti, ha presentato stamattina il documento che i Verdi e civici hanno consegnato ieri alla presidente Lorenzetti e ai consiglieri regionali delle forze di maggioranza.
"Non siamo il partito della discordia e neppure il partito del no, come molti ci dipingono - ha spiegato Dottorini -. Saremo radicali nella volontà di cambiamento, ma pragmatici nelle scelta di soluzioni concrete e convenienti. Proprio per questo affiancheremo ad ogni no un sì altrettanto deciso e motivato. Il nostro appoggio a questa giunta e alla presidente Lorenzetti non è in discussione. Certo, ci aspettiamo che si lasci 'contaminare' dalle nostre idee e dalle nostre proposte. Vedremo in che misura. Per quanto ci riguarda, noi ci distingueremo su tematiche che fanno parte del nostro dna, a partire dalla questione delle infrastrutture, come il paventato raddoppio della E45 e della SS77, della questione rifiuti e delle problematiche dello sviluppo. Su questi temi ci batteremo con tenacia perché questo scenario sarebbe disastroso non solo per l'ambiente, ma anche per l'economia umbra". Turismo stanziale, agricoltura  tipica, biologica e di qualità, artigianato innovativo sono al centro delle note programmatiche dei Verdi e civici.
Dottorini è intervenuto sulla questione rifiuti, affermando che "per noi questo è un tema fondamentale, a cominciare dalla presa d'atto che la soluzione non è l'incenerimento, ma cercare di intraprendere una strada a lungo termine ed economicamente più vantaggiosa che è quella della raccolta differenziata porta a porta, sul modello di realtà consolidate come quelle del nord Italia".
Altro punto elencato nel documento dei Verdi e civici è quello relativo all'energia: "Oramai siamo arrivati ad un punto limite - ha affermato l'esponente del Sole che ride - pensare che il carbone e le grandi centrali siano l'unica soluzione è fortemente miope, dobbiamo impegnarci sul modello delle micro-centrali alimentate a biomasse legnose ed energie rinnovabili. Abbiamo progetti dell'università di Perugia che ci confermano questa nostra convinzione e ci dicono che sono vantaggiose sia per l'ambiente che per l'economia. Non si capisce poi perché non si possa intraprendere la strada del solare su cui altre regioni hanno già puntato".
Nel corso della conferenza stampa Piero Fabbri, tra l'altro consigliere comunale a Foligno, ha commentato favorevolmente il fatto che "il movimento delle liste civiche e i Verdi si trovino in sintonia sulle osservazioni alle linee programmatiche ed inizino da subito ad intraprendere un percorso di collaborazione comune, considerando che la questione della partecipazione dei cittadini è centrale per affrontare qualsiasi tematica". Luigi Rambotti, membro dell'esecutivo provinciale dei Verdi, ha dato la "totale disponibilità dei Verdi umbri ad aprire il proprio movimento alle idee e alle proposte delle liste civiche"

Perugia, 8 giugno 2005


VERDI-CIVICI. MARIO SCARSCELLI PORTAVOCE DEL COMITATO CIVICO

Assieme a Simone Cumbo rappresenterà il pensiero e il lavoro comune. Costituiti due gruppi di lavoro.

L'assemblea del "Comitato civico per Dottorini" e dei Verdi di Città di Castello, riunitasi martedì 31 maggio, nella volontà di proseguire il percorso comune che ha portato all'elezione di Oliviero Dottorini a palazzo Cesaroni e alla straordinaria affermazione della lista dei Verdi e civici (7,6 per cento a Città di Castello) ha deciso di nominare come portavoce Mario Scarscelli che, coadiuvato dal Presidente dei Verdi di Città di Castello, Simone Cumbo, rappresenterà pubblicamente il pensiero e il lavoro comune. L'assemblea dei Verdi-civici ha deciso inoltre di costituire due gruppi di lavoro. Il primo riguarderà il tema della viabilità e delle infrastrutture, a partire dal rischio di raddoppio della E45, dalla necessità di sfondamento a Nord per l'attuale linea ferroviaria Perugia-Sansepolcro e dal completamento della E78. Il secondo gruppo concentrerà il proprio lavoro di ricerca sulle politiche dei rifiuti, anche in relazione alla preoccupante vicenda Sogepu. I gruppi saranno integrati da esperti delle relative problematiche con la finalità di presentare proposte concrete e realizzabili. "Siamo convinti - ha detto il neo portavoce Scarscelli - che attraverso l'idea di una politica dal basso, capace di confronto e di progettualità, tante persone e tanti giovani stiano avvicinandosi a un mondo che non è soltanto per addetti ai lavori, alimentando con proposte concrete il dibattito politico in città. E' la riprova che un metodo democratico e di discussione su problemi concreti possa essere la strada maestra per fondare una rinnovata alleanza di centro-sinistra per la città". Tutte le attività dell'assemblea dei Verdi e civici e dei gruppi di lavoro sono aperte al contributo dei cittadini. Tutti possono partecipare, mettendosi in contatto con info@dottorini.org o chiamando il 338.6980911. E' possibile inoltre avere aggiornamenti quotidiani collegandosi al sito www.dottorini.org.

Città di Castello, 1 giugno 2005


TEVERE. DOTTORINI (VERDI-CIVICI): IL FIUME NON PUO DIVENTARE UNA DISCARICA

 Il capogruppo dei Verdi e civici in Regione chiede rassicurazioni alla responsabile dell'Arpa

 "Speriamo che sia stato solo un campanello d'allarme. Certo, nessuno può abbassare la guardia, il Tevere non può diventare un canale dove riversare scarti e rifiuti aziendali. C'è bisogno di una politica delle acque e del territorio che salvaguardi la salute dell'ambiente e delle persone, puntando sulle potenzialità economiche e turistiche della vallata". Lo ha detto il capogruppo dei Verdi e civici in Regione Oliviero Dottorini, commentando il caso di inquinamento da liquami che ha colpito nella giornata di ieri il Tevere. "Ho sentito personalmente la dottoressa Sara Passeri, responsabile dell'Arpa per l'alta Umbria, per chiedere informazioni riguardo ai danni all'ecosistema e alle persone. Non si hanno ancora dati analitici - ha spiegato l'esponente del Sole che ride -, ma pare che il fiume abbia reagito bene. Certo, i liquami bovini riversati avranno conseguenze sulla salute del fiume.

Tuttavia l'Arpa assicura di non aver riscontrato morìa di pesci e questo è già un primo dato rassicurante. Restiamo in attesa di riscontri più precisi. Il Tevere è una ricchezza per l'Umbria e per l'Altotevere, non possiamo permettere che venga lasciato a se stesso. Occorre una rivitalizzazione a livello di qualità delle acque e di vivibilità, attuando maggiori controlli anche riguardo ai possibili prelievi abusivi. L'area golenale del Tevere può diventare il trait d'union delle realtà storiche, culturali, artistiche, produttive ed enogastronomiche del nostro territorio".

Perugia, 31 maggio 2005


 

In evidenza

Raccolta differenziata in Umbria - Rapporto 2013

E45 autostrada - Calcola il tuo pedaggio


Guarda le proposte di legge presentate da Oliviero Dottorini nel corso della IX legislatura:
Guarda le mozioni, le interrogazioni, i question time e gli ordini del giorno presentati da Oliviero Dottorini nel corso della IX legislatura:

Giro di boa - Rapporto di metà legislatura

Gruppi di acquisto solidali

Giù le mani dal sacco

















Amici

Campagne

Immagini recenti



Le battaglie

Monthly Archivio