Teniamoci in contatto:

C'è un'altra Umbria: libera, concreta, di parola

Gennaio 2008 Archives

INOPPORTUNO METTERE IL CARRO DAVANTI AI BUOI

| 0 Commenti|
RIFIUTI. DOTTORINI (VERDI E CIVICI): SCIAGURATO E INOPPORTUNO METTERE IL CARRO DAVANTI AI BUOI
"Evidentemente si vuole anticipare la discussione sul Piano dei rifiuti direttamente nel Dap. Per conoscere le linee della giunta occorre sintonizzarsi sulle tv regionali"


"Qualcuno evidentemente vuol mettere il carro davanti ai buoi e ha deciso di anticipare la discussione sul Piano dei rifiuti affrontandola direttamente nel Documento annuale di programmazione. Mi pare una scelta sciagurata e inopportuna. Ma se questo è, affronteremo la questione direttamente nel Dap". Il capogruppo regionale dei Verdi e civici Oliviero Dottorini commenta con queste parole l'ordine del giorno approvato dalla seconda commissione consiliare che parla esplicitamente di termovalorizzazione nella gestione dei rifiuti.
"Assistiamo a molte fughe in avanti - aggiunge Dottorini - mentre la maggioranza non si è mai riunita per valutare nella sua complessità il Piano regionale dei rifiuti. E' veramente singolare che per conoscere le linee del Piano e per venire a sapere che si intende procedere con un inceneritore nella provincia di Perugia occorre accendere la televisione e sintonizzarsi con qualche emittente locale. Oggi stesso scriverò una lettera all'assessore Bottini per chiedergli dove sono finite le rassicurazioni sul percorso condiviso e sulla necessità di un atteggiamento non viziato da pregiudizi o visioni preconcette".

Perugia, 24 gennaio 2008

AUTO STORICHE. ELIMINATO UN ODIOSO BALZELLO

| 0 Commenti|


--- Ultimo aggiornamento 23 ott. 2009 ---

--- Pubblicata una nuova Sentenza !!! ---

Sentenza CTP Bologna 53/9/09 NEW !

RETE SOLE del 01/10/2009.
In studio Oliviero Dottorini, Dario Maria Di Bello, Prof. Carlo Calvieri - Università di Perugia ed Alessandro Petruzzi - Federconsumatori Umbria.
Conduce Giampiero Tasso.


Don Chisciotte, programma in onda su Rete Sole a cura di Giampiero Tasso. In studio Oliviero Dottorini, consigliere regionale e presidente commissione Bilancio e affari istituzionali, Dario Maria Di Bello, Federconsumatori e appassionato di auto storiche, prof. Carlo Calvieri, docente di diritto presso l'Università degli studi di Perugia e Alessando Petruzzi, presidente Federconsumatori Umbria.


Scarica la Nota con la quale il Dirigente del Servizio Ragioneria e Fiscalità Regione dell'Umbria, ha chiarito che gli Autocarri storici al pari delle Autovetture storiche, hanno accesso ai benefici fiscali previsti dalla L.342/2000, purché non adibiti ad uso professionale.


---- Questa pagina è curata da Dario Maria Di Bello ----

Per ogni contatto, scrivi una mail a Dario
gruppoverdi_veicolidepoca@crumbria.it
telefono: 075.5763236 - Fax: 075.5763395

oppure scrivi a:

Gruppo Verdi e Civici Regione Umbria
Gruppo Studio Veicoli d'Epoca
Palazzo Cesaroni, Piazza Italia 2 - 06121 Perugia



Sentenze Comm. Tributarie + Corte Costituzionale
- Sentenza CTP Bologna 53/9/09 (auto) NEW !
- Sentenza CTP Bologna 141/15/09 (auto)
- Sentenza CTP Bologna 142/15/09 (auto)
- Sentenza CTP Bologna 95/17/09 (moto)
- Sentenza CTP Ancona 238/03/09 (auto)
- Sentenza CTP Bologna 167/09/08 (auto)
- Sentenza CTP Bologna 166/09/08 (auto)
- Sentenza CTP Bologna 207/12/08 (auto)
- Sentenza CTP Ancona 180/02/08 (moto)
- Sentenza CTR Umbria 39/01/08 (auto)
- Sentenza CTP Roma 199/22/07 (auto)

- Sentenza Corte Costituzionale 451/07
- Sentenza Corte Costituzionale 462/05
- Sentenza Corte Costituzionale 455/05 (V. punto 5.2)
- Sentenza Corte Costituzionale 311/03
- Sentenza Corte Costituzionale 297/03
- Sentenza Corte Costituzionale 296/03




---- MODULI AUTOCERTIFICAZIONE ----

Scarica i nuovi Moduli che rispetto ai precedenti, contengono anche i Dati relativi all'ultima REVISIONE che hai fatto.
In questi nuovi Moduli, dovrai inserire anche la data della REVISIONE (es. 22/04/2008), il Codice (es. PGAA90BRK1K) ed il Centro (Officina) c/o il quale hai fatto la REVISIONE (es. PG/AA9)

Procedure operative (moduli da scaricare):
01) - Scarica il modulo di Autocertificazione, riduzione bollo auto/moto storiche
2a) - Scarica il modulo di Autocertificazione, riduzione I.P.T. auto storiche residenti PG
2b) - Scarica il modulo di Autocertificazione, riduzione I.P.T. auto storiche residenti TR
03a) - Attenzione, controlla se il tuo VEICOLO è incluso nella seguente BLACK LIST di Auto non ASSICURABILI con la BERICA.
03b) - Scarica i moduli per l'assicurazione a tariffa ridotta per auto/moto storiche senza iscrizione ad alcun club
04) - Scarica il modulo di Autocertificazione per le altre regioni, riduzione bollo auto/moto storiche



--------------- AGGIORNAMENTI --------------

Aggiornamento 18/10/2009

- Don Chisciotte, programma in onda su Rete Sole a cura di Giampiero Tasso. In studio Oliviero Dottorini, consigliere regionale e presidente commissione Bilancio e affari istituzionali, Dario Maria Di Bello, Federconsumatori e appassionato di auto storiche, prof. Carlo Calvieri, docente di diritto presso l'Università degli studi di Perugia e Alessando Petruzzi, presidente Federconsumatori Umbria.


Aggiornamento 29/09/2009
- Nota della Regione Umbria. Anche gli Autocarri, al pari delle autovetture, godono dei benefici fiscali del bollo storico, così come aveva già deciso anche la Provincia di Perugia per l'I.P.T. forfetaria.

Aggiornamento 26/09/2009
- Sentenza CTP Bologna 141/15/09 (autoveicolo);

- Sentenza CTP Bologna 142/15/09 (autoveicolo);

- Rassegna stampa: Il Giornale dell'Umbria 12-09-09;
- Rassegna stampa: Il MESSAGGERO ed il Corriere dell'Umbria del 12-09-09.

Aggiornamento 06/09/2009
- Regolam. D.G.R. 13/07/09 n.971 veicoli 20ntennali

Aggiornamento 23/07/2009
- Sentenza CTP Bologna 95/17/09 (motoveicolo)

Aggiornamento 21/07/2009
- Sentenza CTP Ancona 238/03/09 (autoveicolo)

Aggiornamento 08/07/2009
- Attenzione, controlla se il tuo VEICOLO è incluso nella seguente BLACK LIST di Auto non ASSICURABILI con la BERICA.

Aggiornamento 28/06/2009
- Risoluzione Agenzia delle Entrate (scaricala qui). Reiscrizione Veicoli Radiati con pagamento della triennalità delle tasse arrretrate, calcolate nella misura forfetaria così come previsto nell'art.63 co.4 L.342/2000 (è superfluo commentare che tale risultato lo si deve alla "rivoluzione" partita dall'UMBRIA...).
- A breve, REVISIONE BIENNALE.
Vi comunico che è prevista per l'estate, l'emanazione di un D.M. a firma del Ministro Matteoli che ristabilirà la cadenza biennale per la Revisione dei veicoli iscritti ai Club cui all'art.60 del D.Lgs.285/92 (Codice della Strada).

Aggiornamento 20/05/2009
- Viene segnalato che c/o gli Uffici Postali dell'Umbria, non è più reperibile il modulo di c/c per effettuare il pagamento del BOLLO ridotto
(auto € 25,82 # moto € 10,33). Scaricalo qui.


Aggiornamento 14/05/2009
- RUOTECLASSICHE maggio 2009;
- Tassa Auto Regioni a Statuto Speciale;
- Italia Oggi 23 gennaio 2009;
- Corriere dell'Umbria 11 gennaio 2009;
- Garante del Contribuente - Non Obbligo di Iscrizione;
- Circ. MCTC Reimmatricolazione veicoli radiati 12.03.2009;
- Corriere dell'Umbria 01 novembre 2008;
- Automobilismo d'Epoca aprile 2008;
- Automobilismo d'Epoca marzo 2008;
- Il Messaggero 07 marzo 2008;
- Automobilismo d'Epoca febbraio 2008;
- Circolare Aci 28 febbraio 2008;
- Tassa Auto ventennali dal sito A.A.V.S.;
- Ruoteclassiche, obbligo revisione febbraio 2008.

Moduli vari P.R.A. per passaggi/reiscrizione proprietà:
- Reiscrizione veicolo radiato.
- Passaggio in caso di eredità.

Aggiornamento 03/03/2009
- Automobilismo d'epoca marzo 2009 - Intervista a Dario Di Bello
- Interpello veicoli radiati Regioni non a Statuto Speciale
- Interpello veicoli radiati Regioni a Statuto Speciale

Aggiornamento 15/01/2009
- Sentenza CTP Bologna 166/09/2008
- Sentenza CTP Bologna 167/09/2008
- Interrogazione del Capogruppo dei Verdi e civici Oliviero Dottorini

Aggiornamento 29/10/2008
- Sentenza CTP Roma

Aggiornamento 22/10/2008
- Sentenza CTP Bologna 207/12/2008

Aggiornamento del 15/10/2008
- Comunicato stampa FMI del 13/10/2008

Aggiornamento 10/10/2008
- Elenco auto storiche Ministero - anno 2002
- Elenco aggiornato moto storiche F.M.I.

- Articolo FreePress luglio 2008
- Articolo RuoteClassiche agosto 2008
- Sentenza CTR Umbria 39/01/2008
- Sentenza CTP Ancona 180/02/2008
- Reiscrizione veicoli radiati d'ufficio (circolari)
- IPT Provincia per autocarri
- Bollettini postali per auto e moto

Aggiornamento 27/05/2008 E' stata siglata la convenzione per accedere all'assicurazione a tariffa ridotta senza iscrizione ad alcun club


--------------- CIRCOLARI VARIE --------------

- Circ. Agenzia delle Entrate 81335/2001

- Circ. Agenzia delle Entrate Lazio

- Circ. Agenzia delle Entrate Sicilia

- Circ. Agenzia delle Entrate

- Ruote Classiche/1

- Ruote Classiche/2

- Ruote Classiche/3

- Ruote Classiche/4

- Determinazione A.$.I. 2008

- Scarica la legge regionale 36 del 2007

- Ruote Classiche Tabella Bolli

- Circolare A.C.I. del 28 febbraio 2008



---------------------- VIDEO ----------------------

Don Chisciotte del 15 gennaio 2009 - Rete sole - In studio Dario Maria Di Bello, responsabile consumatori Verdi e civici, Prof. Carlo Calvieri, docente di Diritto pubblico Università di Perugia, Alessandro Petruzzi, Federconsumatori Umbria

Question time 1 aprile 2008. Oliviero Dottorini (Verdi e civici) interroga l'Assessore Riommi (Finanze e Bilancio sull'autocertificazione dei veicoli storici


Conferenza stampa del 31 gennaio 2008:


Tg3 del 01/02/2008:

Parola al consumatore del 28 febbraio 2008. Con Dario Di Bello


Parola al consumatore del 3 marzo2008. Con Dario Di Bello


------------ COMUNICATI STAMPA -----------

BOLLO AUTO. DOTTORINI (VERDI E CIVICI): "BENE L'ASSESSORE RIOMMI, PRESTO SUPERATI INTOPPI ED ELIMINATO UN ODIOSO BALZELLO"
La regione ha richiesto la possibilità di accedere direttamente ai registri delle auto storiche in modo gratuito: "Non sarà più necessario versare i 150 euro"


"I possessori di auto storiche ultraventennali possono tirare un sospiro di sollievo. Oggi l'assessore Riommi ha portato elementi di chiarezza riguardo alla possibilità di autocertificare gratuitamente i requisiti di autenticità senza dover pagare l'iscrizione di 150 euro a un club privato. E' una presa di posizione che ci rassicura e che conferma la volontà di dare seguito a quanto previsto dalla legge regionale 36 del 2007, dando ulteriori elementi di certezza a quei contribuenti che in queste settimane si sono trovati ad affrontare incomprensioni burocratiche e lungaggini amministrative non più tollerabili. E' un fatto importante che pone l'Umbria all'avanguardia a livello nazionale e che ci consente di eliminare un odioso balzello che costringeva i possessori di mezzi d'epoca al versamento di un contributo che a nostro avviso non rispondeva a nessun criterio di equità e di libera concorrenza".
È questo il commento del capogruppo regionale dei Verdi e civici Oliviero Dottorini a seguito della risposta in question time all'interrogazione da lui presentata all'assessore Riommi per avere elementi di certezza riguardo alla possibilità di autocertificare i requisiti di autenticità dei veicoli di età compresa tra 20 e 29 anni. Riommi ha confermato che la Regione ha richiesto la possibilità di accedere direttamente ai registri delle auto storiche in modo gratuito e finalizzato allo snellimento delle procedure burocratiche: "Si è svolto nei giorni scorsi un'incontro con i rappresentati nazionali dell'Asi - ha spiegato l'assessore -, affinché possa essere la Regione, senza alcun costo o comunque con un costo minimo, a verificare se un veicolo è idoneo ad essere classificato come storico. Per ora abbiamo sospeso l'iter delle pratiche presentate, per poter dare ai cittadini una risposta corretta".
Nella replica l'esponente del Sole che ride si è detto soddisfatto delle rassicurazioni che l'assessore ha fornito: "Ci auguriamo solamente che i tempi previsti per queste verifiche siano rispettati, come Verdi e civici seguiremo con attenzione l'iter del procedimento, per garantire ai cittadini la possibilità di autocertificare gratuitamente la storicità del proprio autoveicolo".

Perugia, 1 aprile 2008

AUTO STORICHE: DOTTORINI (VERDI E CIVICI): UN DIRITTO L'AUTOCERTIFICAZIONE. ELIMINARE INTRALCI BUROCRATICI
Occorre accertare subito le mancata accettazione della autocertificazione denunciata dalle associazioni dei consumatori.


"Tutti i possessori di auto e moto storiche debbono poter autocertificare che i propri veicoli possiedono i requisiti di autenticità per ottenere le agevolazioni fiscali previste dalla legge. Non vorremmo che resistenze da parte dell'apparato burocratico regionale possano mettere in discussione l'applicazione della legge 36 del 2007 che ci pare non dia adito a difficoltà interpretative".
Con queste parole il capogruppo dei Verdi e civici Oliviero Dottorini ha sottoposto una interrogazione urgente all'assessore regionale alle Finanze e Bilancio Vincenzo Riommi per conoscere lo stato di attuazione di quanto disposto dall'art. 24 della legge regionale 36 del 2007 in materia di autocertificazione e diritti dei contribuenti.
"Sono già decine i moduli di autocertificazione pervenuti in regione e a nostro avviso - spiega Dottorini - la regione ha l'obbligo di accettare l'autocertificazione e la mancata accettazione costituisce violazione dei doveri d'ufficio, pertanto occorre fare piena luce circa l'esposto-denuncia presentato dall'Associazione Federconsumatori della Provincia di Perugia per accertare se esistono resistenze nell'applicazione della legge e per tutelare l'immagine della Regione ed i diritti dei contribuenti umbri sanciti proprio dalla legge 36/2007." L'esposto denuncia presentato alla Procura della repubblica e alla Regione dell'Umbria da parte della Federconsumtaori della provincia di Perugia è un campanello di allarme da non sottovalutare. A rischio è la credibilità dell'istituzione regionale e la volontà di eliminare odiosi balzelli e iter burocratici.

Perugia 12/02/2008

AUTO STORICHE. DOTTORINI (VERDI E CIVICI): ELIMINATO UN ODIOSO BALZELLO, DA OGGI I POSSESSORI RISPARMIERANNO 150 EURO
"Chi possiede veicoli ultraventennali potrà gratuitamente autocertificare i requisiti di autenticità senza iscriversi a un club privato. Atto di giustizia ed equità"


"Dal primo gennaio 2008 tutti i contribuenti umbri possessori di auto e moto d'epoca potranno gratuitamente autocertificare che il proprio veicolo possiede i requisiti di autenticità senza dover versare a due Club - uno umbro, l'altro a Torino - circa 150 euro per poter entrare in possesso della prescritta "idonea documentazione". E' un fatto importante che elimina quello che di fatto si presentava come un odioso balzello che costringeva i possessori di mezzi d'epoca al versamento di un contributo che non rispondeva a nessun criterio di equità e di libera concorrenza". Con queste parole il capogruppo regionale dei Verdi e civici Oliviero Dottorini ricorda che grazie all'articolo 24 della Legge regionale n. 36 del 24 dicembre 2007 i possessori di auto e moto d'epoca umbri saranno soggetti unicamente alla Legge nazionale (articolo 63 della legge 342 del 2000) e potranno così gratuitamente autocertificare che il proprio veicolo possiede tutti quei requisiti di autenticità (vetustà, motore montato in origine dal costruttore, interni/selleria decorosi, carrozzeria conforme all'originale) annualmente determinati dall'Asi. Fino ad oggi infatti in base alla legge regionale 23 del 2002 (oggi abrogata) i contribuenti umbri possessori di auto e moto di età compresa tra 20 e 29 anni erano obbligati a versare 150 euro a dei club per entrare in possesso della documentazione che attestasse l'idoneità del proprio mezzo. Tale "idonea documentazione", era divenuta in Umbria indispensabile per poter godere dei benefici fiscali previsti dalla legge nazionale (Bollo auto forfetario di 25,82 euro per le auto e di 10,33 euro per le moto).
Tale provvedimento, fortemente voluto dal consigliere Dottorini, nasce da un Interpello presentato da un contribuente umbro possessore di un automezzo ultraventennale, al quale gli Uffici finanziari della Regione Umbria, avevano negato la possibilità di ricorrere gratuitamente all'Istituto dell'Autocertificazione (ex DPR 445/2000). Netta la soddisfazione di Oliviero Dottorini, presidente tra l'altro della commissione Bilancio, Finanze e Affari istituzionali del Consiglio regionale umbro: "Si tratta di un atto che rende finalmente giustizia a tutti quei cittadini umbri, possessori di auto ultraventennali, i quali per godere dei benefici fiscali previsti dalla legge erano costretti ad iscriversi a un club privato che operava di fatto in regime di monopolio, senza alcun ritorno, tra l'altro, per le casse regionali. Il tutto a fronte di una legge nazionale che non prevede alcuna iscrizione e in contrasto con i più elementari principi sanciti dalla Costituzione. Con la legge 36 del 2007 questa piccola, ma significativa, ingiustizia viene corretta".

Perugia, 8 gennaio 2007


* NOVITA' *

- Mercoledì 20 febbraio 2008 -

A seguito dell'incontro tenutosi in Regione, tra l'Assessore Riommi, il direttore regionale Annalisa Doria, la Federconsumatori rappresentata dal Presidente Alessandro Petruzzi e dal tecnico Ing. Dario Di Bello, è emerso che tutti i cittadini umbri possono continuare ad utilizzare la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (autocertificazione) ex articolo 47 DPR 445 del 2000, scaricabile dal link cui sopra. Ovviamente sarà cura della Regione, controllare la veridicità di ogni dichiarazione presentata dai contribuenti regionali.


 - Venerdì 8 febbraio 2008 -

A seguito dell'incontro tenutosi stamani in Regione, tra la Federconsumatori e gli uffici tributi della Regione, è emerso che tutti i cittadini umbri, possessori di un motoveicolo (presente nell'elenco FMI) la cui età è compresa tra 20 e 29 anni, possono godere dei benefici fiscali della tassa di circolazione pari a10,33.

NOTA BENE: Il motoveicolo deve essere presente negli elenchi FMI consultabili qui sotto:

- Vai all'elenco dell'Fmi delle moto di interesse storico


------------ RASSEGNA STAMPA ------------

- Auto e moto d'epoca, abolita l'ingiusta tassa da 150 euro (La Nazione - 1 feb 2008)
- Bollo ridotto senza ASI (Automobilismo d'Epoca - febbraio 2008)
- Burocrazia battuta (Grace - febbraio 2008)
- Balzello sulle auto storiche, è battaglia (La Nazione - 8 febbraio 2008)
- Autocertificazione in Umbria per le "storiche" (Ruoteclassiche- febbraio 2008)
- La Regione sospende il "balzello" (La Nazione - 10 feb 2008)
- Veicoli d'epoca: "Diritto alle agevolazioni fiscali con l'autocertificazione sull'autenticità" (La Nazione - 14 feb 2008)
- Vetture d'epoca. La Regione non risponde. (La Nazione - 17 feb 2008)
- Veicoli d'epoca: Autocertificazione ok. L'assessore Riommi ha dato parere positivo. (La Nazione - 21 feb 2008)
- Auto d'epoca. Arriva la svolta. (Corriere dell'Umbria - 21 feb 2008)
- La Regione "concede" l'autocertificazione. (La Voce - 22 feb 2008)
- Eliminato l'odioso balzello di 150 euro. (Free Press - 02/2008)
- Autocertificazione. Caos e silenzi. (Ruoteclassiche - marzo 2008)
- Bollo d'epoca. In Umbria basta l'autocertificazione. (Moto Sprint - marzo 2008)
- Vetture storiche. Ora lo scontro è anche politico. (La Nazione - 1 marzo 2008)




Paul Connet a Gualdo Cattaneo

| 0 Commenti|

ASM TERNI. DOTTORINI (VERDI E CIVICI): GRAVE LAMENTARSI DEI MANCATI INCENTIVI AGLI INCENERITORI, SI AFFRONTI LA REALTA'
"Certi impianti hanno sottratto per anni risorse alle vere rinnovabili. Uno scandalo tutto italiano al quale il governo ha posto rimedio"


"Finalmente il governo nazionale è riuscito a mettere fine allo scandalo dei rifiuti assimilati alle fonti rinnovabili e oggi qualcuno ha pure il coraggio di lamentarsi. Un atteggiamento grave e allo stesso tempo rivelatore degli interessi che in questi anni hanno ruotato attorno al sistema disceriche-inceneritori. Il fatto che si attribuisca la chiusura dell'inteneritore Asm di Terni all'eliminazione degli incentivi Cip 6 è la dimostrazione che le denunce di Verdi, associazioni ambientaliste e comitati civici coglievano nel giusto denunciando lo scandalo tutto italiano dell'equiparazione tra rifiuti e fonti rinnovabili". Con queste parole il capogruppo dei Verdi e civici Oliviero Dottorini stigmatizza le parole del sindaco di Terni che in questi giorni ha attribuito la necessità di chiudere l'inceneritore di Terni allo "sciagurato provvedimento" del governo che ha eliminato gli incentivi Cip 6, introdotti in modo vergognoso dal governo Berlusconi.
"La verità - aggiunge Dottorini - è che dobbiamo mettere la parola fine all'aggiramento delle norme comunitarie e a questa autentica truffa ai danni delle fonti rinnovabili. Gli impianti come quello Asm hanno potuto essere considerati al pari di impianti per la produzione di energia pulita e hanno attinto al contributo che sarebbe dovuto andare alle vere rinnovabili: sole, vento, acqua. Questo è avvenuto nonostante l'Unione Europea lo vietasse e sull'Italia vi fosse una procedura d'infrazione. Sostenere oggi che quel vecchio impianto stava in piedi solo grazie a questa forma ingiusta ed assurda di incentivazione statale significa ammettere l'incapacità di gestire correttamente il ciclo dei rifiuti puntando su rigide priorità, processi virtuosi e infine anche su impianti adeguati a garantire la salute dei cittadini e il rispetto dell'ambiente".

Perugia, 7 gennaio 2008
 

In evidenza

Raccolta differenziata in Umbria - Rapporto 2013

E45 autostrada - Calcola il tuo pedaggio


Guarda le proposte di legge presentate da Oliviero Dottorini nel corso della IX legislatura:
Guarda le mozioni, le interrogazioni, i question time e gli ordini del giorno presentati da Oliviero Dottorini nel corso della IX legislatura:

Giro di boa - Rapporto di metà legislatura

Gruppi di acquisto solidali

Giù le mani dal sacco

















Amici

Campagne

Immagini recenti



Le battaglie

Monthly Archivio