Teniamoci in contatto:

C'è un'altra Umbria: libera, concreta, di parola

Luglio 2005 Archives

BENE LO SFONDAMMENTO A NORD, MA SU DIRETTICE EUROPEA

| 0 Commenti|
"Piastra logistica positiva solo se garantisce scambio ferro-gomma e pluralità funzioni"

"L'Altotevere ha urgente bisogno di uno sfondamento a Nord su rotaia in grado di mettere in collegamento l'Umbria con le principali direttrici europee. Il trasporto passeggeri e il trasporto merci devono poter far conto su una linea europea". Lo ha detto il capogruppo dei Verdi e civici e presidente della prima commissione consiliare Oliviero Dottorini, commentando gli impegni dell'assessore alle Infrastrutture Giuseppe Mascio, che oggi in sede di question time ha parlato di sfondamento a Nord per la Fcu. "Bene quindi lo sfondamento su Arezzo - spiega l'esponente del Sole che ride - ma inserito in un progetto più ambizioso che prevede poi il collegamento con Venezia e quindi con le direttrici europee, come previsto nel Piano generale dei trasporti. Solo in questo contesto si giustificherebbe un'opera come la cosiddetta piastra logistica funzionerà solo se garantirà la pluralità delle funzioni e una vera intermodalità, con la possibilità dello scambio gomma-ferro. Altrimenti il rischio è quello di trasformare un progetto ambizioso in un posteggio per autotreni con annesso albergo, senza ritorni effettivi per lo sviluppo dell'Altotevere e dell'Umbria".

Perugia, 26 luglio 2005

BOUVETTE EQUO-BIO

| 0 Commenti|

PRODOTTI BIOLOGICI UMBRI ED EQUOSOLIDALI NEI PUNTI RISTORO E NELLA DISTRIBUZIONE AUTOMATICA REGIONE
Conferenza stampa di Dottorini con simbolica consegna di due cesti.
Se negli uffici della Regione, nel ristorante della buvette o nelle tante macchinette erogatrici di caffè, bibite e merendine, ci fossero disponibili i prodotti biologici coltivati in Umbria e quelli del commercio equosolidale, come istituzione pubblica daremmo per primi un bel segnale e un chiaro messaggio, in linea con il concetto di Umbria che tutti diciamo di voler. Oliviero Dottorini, capogruppo dei Verdi e civici in Consiglio regionale, con accanto due cesti formato regalo, carichi di produzioni biologiche umbre e di prodotti equosolidali, provenienti dal sud povero del mondo - garantiti per la qualità e per l'assenza di sfruttamento dei contadini - ha illustrato alla stampa il significato della sua iniziativa.
"Adesso l'Umbria si adegui al resto de'Europa. La decisione fa ripartire la discussione di questa importante riforma e boccia le lobby delle multinazionali"

"Apprendiamo con soddisfazione che l'Europarlamento ha detto <<no>> alla direttiva sulla brevettabilità dei software con la larga maggioranza di 648 voti contrari e solamente 14 a favore".

Con queste parole ha commentato  il Capogruppo dei Verdi e civici in regione Oliviero Dottorini che, proprio alla brevettabilità dei software, si era imposto i giorni scorsi.

"Finalmente - ha detto l'esponente del Sole che ride - questa decisione fa ripartire da zero il terreno di discussione di questa importante riforma e annulla tutti gli sforzi che le multinazionali con le loro lobby hanno cercato di perpetuare nei confronti delle piccole medie imprese e nei confronti della libertà di scelta degli eurodeputati. Vittoria - ricorda Dottorini - anche dei consumatori che da oggi si sentono più liberi nel fare le scelte e nel decidere quale software installare nei loro personal computer. Per quanto riguarda l'Umbria - conclude Dottorini - è importante che si porti al passo con il resto d'Europa e inizi il dialogo con le aziende leader di software libero incentivando il suo utilizzo negli apparati regionali e locali. "

Perugia, 7 luglio 2005 


IN COMMISSIONE CON LA T-SHIRT ANTICACCIA

| 0 Commenti|

Scarica la lettera inviata all'assessore Bottini sul calendario venatorio

"Dannoso il calendario venatorio. Grave inciucio tra destra e sinistra. Al nostro fianco anche i cacciatori più responsabili"
Una t-shirt con una vignetta di Vauro e la scritta: "Se proprio vi piace sparare agli uccelli, sparate al vostro". Il Capogruppo regionale dei Verdi e civici Oliviero Dottorini si è presentato così, indossando una maglietta eloquente, alla seduta della III commissione consiliare che oggi ha discusso in sede referente del calendario venatorio 2005-06.
"A dispetto della t-shirt che ho indossato - ha spiegato l'esponente del Sole che ride - la nostra è una posizione di assoluto buonsenso, condivisa anche da buona parte del mondo venatorio.


"Il software libero è il futuro dell'informatica. No ai brevetti software, l'Umbria si opponga con forza"

Il Capogruppo dei Verdi e civici in Consiglio regionale Oliviero Dottorini inizia la sua battaglia contro la brevettabilità del software.
"L'applicazione da parte dell'unione europea dei brevetti software minaccia la sopravvivenza delle piccole e medie imprese informatiche. Il prossimo 6 luglio - ha ricordato l'esponente del Sole che ride - la Commissione europea discuterà gli emendamenti presentati proprio contro la proposta di introdurre la brevettabilità del software. Questa direttiva sovvertirebbe i dettami della Convenzione europea sull'argomento e contraddirebbe l'intesa politica raggiunta precedentemente.
Se il provvedimento dovesse passare - ha ricordato Dottorini - per le piccole e medie imprese sarebbe difficilissimo operare liberamente sul mercato con l'aggiunta di oneri eccessivi a discapito della ricerca e con la conseguenza di permettere alle note multinazionali di scavalcare i pesci più piccoli."
La proposta di Dottorini è semplice e diretta: "Non brevetti, ma una certificazione che definisca il potenziale di innovazione che le imprese sono in grado di esprimere e che possa definire la reale capacità di creare soluzioni, senza per questo blindare con brevetti che rischiano di essere un rimedio peggiore del male. In Umbria c'è tanto lavoro da fare in questo senso - continua il Capogruppo Dottorini - lavoro dettato dalla  necessità di tutelare una larga fetta di consumatori e di far capire agli altri le potenzialità tecniche ed economiche che l'open source potrebbe garantire."
Proprio per questo, Dottorini, in accordo con l'associazione "Software libero" di Città di Castello e con la crescente comunità umbra del software libero, ha poi annunciato di avere pronta una legge regionale  "a tutela e promozione del software libero e dell'accessibilità delle informazioni".
 
Perugia, 5 luglio 2005
 

In evidenza

Raccolta differenziata in Umbria - Rapporto 2013

E45 autostrada - Calcola il tuo pedaggio


Guarda le proposte di legge presentate da Oliviero Dottorini nel corso della IX legislatura:
Guarda le mozioni, le interrogazioni, i question time e gli ordini del giorno presentati da Oliviero Dottorini nel corso della IX legislatura:

Giro di boa - Rapporto di metà legislatura

Gruppi di acquisto solidali

Giù le mani dal sacco

















Amici

Campagne

Immagini recenti



Le battaglie

Monthly Archivio